Tiro a Segno Nazionale Palmi - La Nostra Storia

Tiro a Segno Nazionale Palmi

1889, la nascita

Il Tiro a Segno Nazionale di Palmi, provincia di Reggio Calabria, nasce il 21 aprile del 1889 (anche se da alcune fonti pare risulti che la sezione era già stata fondata il 20 aprile 1884) con lo scopo di avviare i giovani all’uso esperto delle armi. Nel corso dei primi anni del 900 presso la Sezione di Palmi si formarono i soldati che si arruolarono volontari nel periodo delle guerre. Successivamente, l’attività del Tiro a Segno Nazionale di Palmi cessò temporaneamente, per poi riprendere quando, nel 1989, un gruppo di appassionati della disciplina del tiro decise di ricostituire la sezione.

1989, la rinascita

Il suolo scelto si trova a 57 m sul livello del mare, situato nella zona nord-est della località “Forcanello” del comune di Palmi. Le strutture sono realizzate su un’area di 3.350 mq, la quale si divide in due parti: la prima è destinata all’attività sportiva vera e propria, cioè i poligoni a 10, 25 e 50 metri; la seconda parte è destinata ai locali sociali, quali uffici, armeria, servizi ricreativi e igienici. Nel 1989, dopo che tutto venne organizzato e messo in regola, iniziò il cammino della realizzazione vera e propria delle strutture.

I lavori di costruzione

Inizialmente si decise di iniziare i lavori di costruzione del poligono di tiro a 25 m, degli uffici e dell’armeria. Nel 1994 fu nominato commissario Giuseppe Gaudioso che, in seguito, divenne il Presidente della Sezione ed ancor oggi svolge con impegno e dedizione le sue mansioni. Si decise di avviare i lavori per la costruzione della palestra di tiro a 10 m, la quale permetteva e permette ancor oggi di riunire intere famiglie grazie alla possibilità che questa disciplina dà ai giovani, i quali possono inserirsi nel mondo del tiro già all’età di 10 anni.

Lo sport per tutti

Nel 1996 la struttura fu ultimata e pronta all’uso. Si diede così vita al primo gruppo sportivo, composto da ragazzi e ragazze di ogni età. Poco tempo dopo si svolse una gara alla quale parteciparono numerosi tiratori provenienti da tutta la Calabria affiancati da tiratori siciliani accompagnati dal tecnico Gino Gambino. Tra i giovani siciliani parteciparono anche il campione europeo ed italiano Andrea Amore (allora ancora agli esordi), Enrico Pappalardo che ora fa parte del gruppo sportivo della Marina Militare, e tanti altri grandi talenti.

Il tiro a segno 

Oggi la Sezione di Palmi, grazie all'ottimo lavoro svolto da tutti gli addetti alla direzione ed alla gestione istituzionale e sportiva, riesce a garantire ampi spazi a tutti i tiratori per l’espletamento e la pratica, con ottimi profitti sia a livello regionale, sia interregionale che nazionale, della disciplina del tiro a segno. Ad oggi la nostra sezione è l’unica in Calabria a vantare un poligono a 50 m. Per il momento il nostro poligono è costituito da solo 4 impianti, ma è nostra intenzione realizzare 8 impianti per rendere lo svolgimento delle gare più agevole.

Uno sport dai valori nobili

Le intenzioni di tutto l’organico del Tiro a Segno Nazionale Palmi mirano al mantenimento, alla crescita e allo sviluppo dell’attività su tutto il territorio. Il nostro sogno è quello di vivere appieno la gioia e le soddisfazioni che il tiro a segno può dare ad ogni tiratore. Non possiamo dunque che augurare a questo nobile sport di raggiungere mete sempre più lontane ed ambite.

IL TIRO A SEGNO

Il TSN Sezione di Palmi, oltre alla attività istituzionale, svolge:

• Attività amatoriale
• Attività sportiva e agonistica
• Attività dedicata allo sviluppo delle competizioni giovanili

POLIGONI DI TIRO

Il Tiro a Segno Nazionale di Palmi ha vari poligoni di tiro:

• Poligono di tiro da 50 metri
• Poligono di tiro da 25 metri
• Poligono di tiro da 10 metri

REGOLAMENTI TIRO A SEGNO

Mettiamo a disposizione i regolamenti dell'Unione Italiana Tiro a Segno:

• Regolamento tecnico per bersaglio mobile
• Regolamento tecnico per carabina
• Regolamento tecnico per pistola

CI TROVI ANCHE SU FACEBOOK:

Torna su